Pillole fiscali

Consulenza marketing

Dichiarazione di adesione alla Definizione agevolata – art. 1 commi da 231 a 252, Legge n.197/2022

Per aderire alla Definizione agevolata dei carichi affidati all’Agente della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 30 giugno 2022 , la domanda può essere presentata entro il prossimo 30 aprile 2023 utilizzando l’applicativo messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate-Riscossione, che, liquiderà le somme dovute, entro il 30 giugno 2023.

Mediante l’accesso al sito Agenzia Entrate riscossione è possibile:

Richiedere il prospetto informativo dei carichi definibili affidati all’Agente della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 30 giugno 2022. Il prospetto informativo consente di conoscere in anticipo i carichi rottamabili e il costo della relativa rottamazione, se si accede mediante SPID o CIE (nelle 24 ore successive alla richiesta, verrà inviato un apposito link, mediante mail).

Successivamente, si può presentare domanda di rottamazione.

Possono inoltrare la richiesta e, successivamente, presentare domanda di rottamazione, anche coloro i quali non possiedono lo SPID .

Il prospetto può essere, inoltre, chiesto, anche dagli intermediari abilitati dall’area riservata Equipro. per i loro assistiti.

Benefici: abbattimento delle sanzioni amministrative, degli interessi compresi nei carichi , degli interessi di mora ex art. 30 del DPR 602/73 e dei compensi di riscossione.
Dilazione massima: 18 rate.
Benefici per la rottamazione di carichi relativi a sanzioni diverse da quelle tributarie e contributive : stralcio dei soli interessi, comprese le maggiorazioni dell’art . 27 comma 6 della L. 689/81.
Casse di previdenza: rientrano nella rottamazione i relativi ruoli , se entro lo scorso 31 gennaio le singole Casse di previdenza, hanno deliberato in tal senso.

Dalle FAQ- aggiornamento al 13 febbraio- di Agenzia delle Entrate-Riscossione, le Casse che hanno deliberato risultano essere:
• l’istituto di previdenza dei giornalisti (INPGI “Giovanni Amendola”).
• l’ente di previdenza dei veterinari (ENPAV);
• la Cassa forense (CNPA Forense);
• l’ente di previdenza dei biologici (ENPAB);
• la Cassa dei ragionieri (CNPR);

Precedenti Rottamazioni: i debitori che risultano decaduti dalle precedenti rottamazioni (DL 193/2016 , DL 148/2017 , DL 119/2018 ) o dal saldo e stralcio (L. 145/2018) possono accedere alla nuova rottamazione.
Possibilità contenuta nel comunicato del 10 febbraio 2023 (cfr sito). La possibilità di accedere alla nuova rottamazione avviene alle più vantaggiose condizioni della L. 197/2022, che prevede lo stralcio di tutti gli interessi, il debitore deve presentare domanda ex L. 197/2022 entro il 30 aprile.

Condividi l'articolo:

Articoli correlati

Iscriviti alla Newsletter
di DeDi consulenza

Riceverai contenuti di valore e tanti aggiornamenti utili alla tua azienda.

Torna in alto